Vini Rossi

 

Nessun prodotto trovato

Dolcetto d'Alba - Elio Grasso

Color porpora. Al naso emergono sentori fruttati di lampone e prugne secche.

E' vinoso e arricchito da note di erbe di campo, ortica, orchidea selvatica, spezie dolci, finocchietto e liquirizia. Il sorso è fresco, con buona sapidità e tannini composti.

Finale speziato e di buona lunghezza

Produttore: Elio Grasso

Denominazione: Dolcetto d'Alba DOC

Contenuto: 75,0 cl

Uve: 100% Dolcetto

Gradazione alcolica: 13,5% Vol.

Regione: Piemonte

Comune: Monforte d'Alba

Superficie vigneto: 3,2 ettari

Sistema di allevamento e densità di impianto: Guyot

Numero viti: 4.500 viti per ettaro con età media di 30 anni

Suolo: medio impasto calcareo tendente al sabbioso.

Esposizione vigneto: sud-est

Altimetria: 280 metri sul livello del mare

Vendemmia: seconda e terza decade di Settembre. Raccolta esclusivamente manuale

Vinificazione: Fermentazione alcolica in vasca d’acciaio con sistema di rimontaggio automatico a temperatura controllata.

Una volta effettuata la fermentazione malolattica, il vino viene fatto riposare in acciaio fino all'imbottigliamento che avviene ad Aprile-Maggio

Regione: Italia - Piemonte

Barbera - Elio Grasso

Color rubino luminoso. Al naso emergono sentori di frutta macerata, spezie, sottobosco, viola selvatica e liquirizia. Al palato è morbido e pieno. Svela struttura, sapidità e tannini composti. Finale speziato e lungo. Matura 12 mesi in botti di rovere francese di 228 litri Produttore: Elio Grasso

Denominazione: Barbera d'Alba DOC

Contenuto: 150,0 cl

Uve: 100% Barbera

Gradazione alcolica: 13,5% Vol.

Regione: Piemonte

Comune: Monforte d'Alba

Superficie vigneto: 3,5 ettari

Sistema di allevamento e densità di impianto: Guyot

Numero viti: 4.500 viti per ettaro con età media di 30 anni

Suolo: medio impasto calcareo tendente al sabbioso.

Esposizione vigneto: sud, sud-ovest

Altimetria: 380 metri sul livello del mare

Vendemmia: seconda e terza decade di Settembre. Raccolta esclusivamente manuale

Vinificazione: Fermentazione alcolica in vasca d’acciaio con sistema di rimontaggio automatico a temperatura controllata.

Una volta effettuata la fermentazione malolattica, il vino viene fatto affinare in barriques di rovere francese per 12 mesi.

Dopo l'imbottigliamento segue un ulteriore affinamento di 8 mesi in bottiglia

Regione: Italia - Piemonte Cantina: Elio Grasso

Langhe Nebbiolo - Elio Grasso

Comune di produzione: Monforte d’Alba

Uva: Nebbiolo

Prima annata di produzione: 1987

Superficie del vigneto: 2,5 ettari

Esposizione e altimetria: sud, 350-380 metri d’altezza

Tipologia del terreno: medio impasto calcareo

Sistema di allevamento e densità d'impianto: Guyot, 4500 viti per ettaro

Età media delle viti in produzione: 20 anni

Epoca e conduzione della vendemmia: prima decade di ottobre con raccolta manuale

La vinificazione del Langhe Nebbiolo prevede la fermentazione alcolica in serbatoi d’acciaio inox a temperatura controllata, con rimontaggi giornalieri.

Effettuata la fermentazione malolattica, il vino sosta in acciaio e viene imbottigliato nei mesi di aprile-maggio.

Dolcetto d'Alba - Curto

Tipologia: Dolcetto d'Alba DOC

Tipo di vino: Rosso

Uve :100% Dolcetto

Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata. Il vigneto giace in una sottozona chiamata Gattera famosa per l’imponente cedro del Libano plurisecolare che la sovrasta. La pendenza della collina è dolce e l’esposizione è ad ovest – nord ovest con altitudine di ca 270 m slm.

Epoca Raccolta : Manuale in piccole cassette areate generalmente nella seconda/terza settimana del mese di settembre

Coltivazione : contro spalliera potata a guyot

Resa Per Ettaro : 70 Qli ca

Vinificazione : L’uva viene pigiata e diraspata e fatta fermentare senza l’aggiunta di lieviti selezionati in vasche a temperatura controllata con movimento continuo della massa. Dopo una breve macerazione di circa 3/4 giorni, il Dolcetto viene conservato in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica.

In inverno viene stabilizzato con il freddo naturale dell’inverno per essere poi imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni

Colore : rosso rubino tendente al violaceo

Profumo : aroma fresco, vinoso, con sentori di violetta, ciliegia, prugna e mirtillo.

Gusto : secco, piacevolmente fruttato, di medio corpo, non troppo impegnativo.

Nelle Langhe è un vino molto amato ed è considerato il vino della famiglia per eccellenza, per questo non manca mai sulle tavole quotidiane

Bottiglia : 750 ml

Grado alcolico : 13°-13,5°

Tipo di vino: Rosso

Uve :100% Dolcetto Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata. Il vigneto giace in una sottozona chiamata Gattera famosa per l’imponente cedro del Libano plurisecolare che la sovrasta. La pendenza della collina è dolce e l’esposizione è ad ovest – nord ovest con altitudine di ca 270 m slm. Epoca Raccolta : Manuale in piccole cassette areate generalmente nella seconda/terza settimana del mese di settembre Coltivazione : contro spalliera potata a guyot Resa Per Ettaro : 70 Qli ca Vinificazione : L’uva viene pigiata e diraspata e fatta fermentare senza l’aggiunta di lieviti selezionati in vasche a temperatura controllata con movimento continuo della massa. Dopo una breve macerazione di circa 3/4 giorni, il Dolcetto viene conservato in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica. In inverno viene stabilizzato con il freddo naturale dell’inverno per essere poi imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni Colore : rosso rubino tendente al violaceo Profumo : aroma fresco, vinoso, con sentori di violetta, ciliegia, prugna e mirtillo. Gusto : secco, piacevolmente fruttato, di medio corpo, non troppo impegnativo. Nelle Langhe è un vino molto amato ed è considerato il vino della famiglia per eccellenza, per questo non manca mai sulle tavole quotidiane Bottiglia : 750 ml Grado alcolico : 13°-13,5° Tipo di vino: Rosso Uve :100% Dolcetto Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata. Il vigneto giace in una sottozona chiamata Gattera famosa per l’imponente cedro del Libano plurisecolare che la sovrasta. La pendenza della collina è dolce e l’esposizione è ad ovest – nord ovest con altitudine di ca 270 m slm. Epoca Raccolta : Manuale in piccole cassette areate generalmente nella seconda/terza settimana del mese di settembre Coltivazione : contro spalliera potata a guyot Resa Per Ettaro : 70 Qli ca Vinificazione : L’uva viene pigiata e diraspata e fatta fermentare senza l’aggiunta di lieviti selezionati in vasche a temperatura controllata con movimento continuo della massa. Dopo una breve macerazione di circa 3/4 giorni, il Dolcetto viene conservato in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica. In inverno viene stabilizzato con il freddo naturale dell’inverno per essere poi imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni Colore : rosso rubino tendente al violaceo Profumo : aroma fresco, vinoso, con sentori di violetta, ciliegia, prugna e mirtillo. Gusto : secco, piacevolmente fruttato, di medio corpo, non troppo impegnativo. Nelle Langhe è un vino molto amato ed è considerato il vino della famiglia per eccellenza, per questo non manca mai sulle tavole quotidiane Bottiglia : 750 ml Grado alcolico : 13°-13,5°

Barolo - Elio Grasso

Comune di produzione: Monforte d’Alba

Uva: Nebbiolo

Prima annata di produzione: 1978

Superficie del vigneto: 3 ettari

Esposizione e altimetria: sud, 350-400 metri d’altezza

Tipologia del terreno: medio impasto calcareo tendente al sabbioso

Sistema di allevamento e densità d'impianto: Guyot, 4500 viti per ettaro

Età media delle viti in produzione: circa 35 anni

Epoca e conduzione della vendemmia: seconda decade di ottobre con raccolta manuale

La vinificazione del Barolo prevede la fermentazione alcolica in serbatoi d’acciaio inox a temperatura controllata, con rimontaggi giornalieri.

Effettuata la fermentazione malolattica, il vino si affina in botti di rovere di Slavonia da 25 ettolitri.

Dopo l’imbottigliamento, normalmente in agosto, il Barolo Gavarini Chiniera riposa in cantina per 8-10 mesi prima di essere commercializzato.

Barolo - Curto

Vitigno: Nebbiolo in purezza

Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata.

Resa per ettaro: in media 60 / 70 quintali di uva per ettaro

Bottiglie prodotte: 15.000 circa

Tipo di allevamento: contro spalliera potata a guyot.

Vinificazione: Il Nebbiolo è un uva tardiva, la raccolta avviene normalmente nel mese di ottobre. L’uva, raccolta a mano in piccole cassette areate, viene pigiata e diraspata e fatta fermentare in vasche a temperatura controllata (30-32°C).

Dopo una macerazione di circa 10/15 giorni, viene travasato in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica. Dopo un affinamento di 4 anni di cui 2 in botti di rovere, il Barolo viene imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni.

Colore: da giovane rosso granato vivace, con l’invecchiamento acquisisce riflessi aranciati.

Odore: intenso, etereo, speziato con sentori di petali di rosa canina, liquirizia, tartufo.

Gusto: Caldo, austero, pieno, robusto e al contempo vellutato ed elegante.

Da giovane si apprezza per la freschezza anche se con qualche spigolosità, con l’affinamento il vino si ammorbidisce e si sviluppano i sentori terziari più caldi e speziati.

Abbinamenti: antipasti, primi, formaggi e salumi.

Temperatura consigliata: 20°/22°

Da bersi: è un vino estremamente longevo, tuttavia è sempre molto piacevole gustarlo in ogni momento della sua vita, ed è interessante ed affascinante apprezzarne l’evoluzione negli anni.

Gradazione alcolica: 14,00°/14,50°

Langhe Nebbiolo - Curto

Vitigno: Nebbiolo in purezza

Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata.

Resa per ettaro: in media 70 / 75 quintali di uva per ettaro

Bottiglie prodotte: 2.000 circa ma varia in base alle annate secondo la qualità dei nebbioli

Tipo di allevamento: contro spalliera potata a guyot.

Vinificazione: Il Nebbiolo è un uva tardiva, la raccolta avviene normalmente nel mese di ottobre.

L’uva, raccolta a mano in piccole cassette areate, viene pigiata e diraspata e fatta fermentare in vasche a temperatura controllata (30-32°C).

Dopo una macerazione di circa 10/15 giorni, viene conservato in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica.

Dopo un affinamento di circa 2 anni di cui 6 mesi in botti di legno, viene imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni.

Colore: rosso granato.

Odore: profumo di rose, frutti rossi e con note speziate

Gusto: elegante, strutturato, nerboruto per il tannino giovane ma piacevole per la freschezza. E’ un’ anteprima del Barolo…

Abbinamenti: primi, secondi piatti non troppo elaborati, formaggi e salumi.

Alcuni chef lo propongono anche per piatti saporiti di pesce e crostacei.

Temperatura consigliata: 18°-20°.

Da bersi: generalmente si consiglia di berlo nell’arco degli 8/10 anni.

Gradazione alcolica: 14,00°/14,50°

Dolcetto - Curto

Vitigno: Dolcetto in purezza

Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata.

Il vigneto giace in una sottozona chiamata Gattera famosa per l’imponente cedro del Libano plurisecolare che la sovrasta.

La pendenza della collina è dolce e l’ esposizione è ad ovest con altitudine di ca 270 m slm.

Resa per ettaro: in media 70 / 75 quintali di uva per ettaro

Bottiglie prodotte: 3.500 circa

Tipo di allevamento: contro spalliera potata a guyot.

Vinificazione: La raccolta del Dolcetto coincide per noi con l’inizio della vendemmia. Normalmente avviene nella seconda/terza settimana del mese di settembre.

L’uva, raccolta a mano in piccole cassette areate, viene pigiata e diraspata e fatta fermentare in vasche a temperatura controllata (30-32°C).

Dopo una macerazione molto breve di circa 3 giorni, il Dolcetto viene conservato in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica. Viene poi imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni.

Colore: rosso rubino tendente al violaceo

Odore: aroma fresco, vinoso, molto fruttato, con sentori di prugna, ciliegia, mirtillo e anche violetta.

Gusto: secco, piacevole, fruttato. Di medio corpo, non troppo impegnativo, nelle Langhe è un vino molto amato ed è considerato il vino della famiglia per eccellenza, per questo non manca mai sulle tavole quotidiane.

Abbinamenti: vino a tutto pasto, adatto anche alla cucina estiva con piatti leggeri.

Temperatura consigliata: 17°-18°. In Estate è piacevole anche a temperature più basse: sui 9°-10°. Da bersi: generalmente si consiglia di berlo giovane, nell’arco dei 2-3 anni … ma se capita di dimenticarne una bottiglia in cantina qualche anno in più, può anche riservare piacevoli sorprese! Gradazione alcolica: 13,00°/13,50°

Barbera d'Alba - Curto

Vitigno: Barbera in purezza

Zona di produzione: Piemonte - Langhe, comune di La Morra, frazione Annunziata.

Resa per ettaro: in media 70 / 75 quintali di uva per ettaro

Bottiglie prodotte: 3.000 circa

Tipo di allevamento: contro spalliera potata a guyot.

Vinificazione: La raccolta del Barbera normalmente avviene nella seconda metà del mese di settembre. L’uva, raccolta a mano in piccole cassette areate, viene pigiata e diraspata e fatta fermentare in vasche a temperatura controllata (30-32°C).

Dopo una macerazione di circa 4/5 giorni, viene conservata in vasche di inox dove termina la fermentazione alcolica e malolattica.

A inizio anno viene effettuato un travaso in barrique e dopo un affinamento di circa 6 mesi viene imbottigliato nei mesi estivi senza chiarifiche né filtrazioni.

Colore: rosso rubino profondo con riflessi violacei, con l'invecchiamento tende al granato.

Odore: vinoso, con sentori di ribes, mora, spezie dolci.

Gusto: Caldo, pieno, corposo, di giusta acidità, lungo finale di frutti rossi.

Abbinamenti: antipasti, primi, formaggi e salumi.

Temperatura consigliata: 18°-20°.

Da bersi: è buono da giovane ed è buono più invecchiato… anche 10 anni… Gradazione alcolica: 13,50°/14,00°

Barbera La Solista - Romano Dogliotti

Questo vino è stato ottenuto da uve provenienti da vetusti vigneti di proprietà situati nel comune di Nizza Monferrato, Asti.

La vinificazione è stata condotta in modo tradizionale e la macerazione con le bucce è durata otto giorni.

Dopo la fermentazione alcolica è stato conservato a temperatura ottimale (23° C) per facilitare la fermentazione malolattica.

Nel mese di aprile di quest'anno la solista è stata imbottigliata senza alcun affinamento in legno.

Si tratta perciò di un vino giovane di pronta beva che rispetta pienamente la tradizione contadina del Piemonte.

Caratteristiche del Vino

Colore: Rosso rubino intenso con leggeri riflessi violacei

Profumo: Fruttato, accattivante; si percepiscono la prugna e la marasca, ha una buona struttura

Sapore: Di buona struttura è morbido e persistente al palato

Abbinamenti: Si abbina con primi piatti gustosi e con secondi piatti di carne, in particolare con carni rosse, ma si può bere anche con pane e salame per una robusta colazione

Caratteristiche del Vigneto

Superficie (Ha): 2

Vitigni impiantati: Barbera

Anno di impianto: 1975

Altitudine (m): 250 S.L.M.

Esposizione: Sud Sud-Ovest

Giacitura: Collinare

Natura del terreno: Calcarea

Pendenza del Terreno: 20-30%

Campofiorin - Masi

Ricco, rotondo e vellutato, ma cordiale ed eclettico a tavola.

Sposa semplicità e grazia a forza e maestà.

È l’originale Supervenetian di Masi nato nel 1964, internazionalmente riconosciuto “vino di taglia e complessità stupende”, creatore di una nuova categoria di vini veneti ispirati alla tecnica dell’Amarone (Burton Anderson).

Il suo metodo di produzione è stato definito da Hugh Johnson “ingenious technique”.

NOTE ORGANOLETTICHE

Aspetto: rosso rubino intenso.

Olfatto: ciliegia matura e spezie dolci.

Palato: ricco e intenso di ciliegia e frutti di bosco, buona persistenza e tannini morbidi.

ABBINAMENTI

Vino di rara ecletticità.

Si abbina a paste con sughi ricchi (di carne o funghi); carni rosse importanti, grigliate o arrosto, e cacciagione.

Ideale con i formaggi stagionati.

Temperatura di servizio: 18° C

Gradazione alcolica: Alcool 13% vol

Vita sullo scaffale: 15-20 anni

Amarone Costasera - Masi

Nasce da autorevoli conoscenze e competenze, che la famiglia Masi può vantare soprattutto nella tecnica di appassimento e vinificazione delle uve.

Insieme agli altri grandi nomi del vino, quali Barolo e Brunello, l’Amarone della Valpolicella Classico DOCG “Costasera”, per l’appunto etichettato Masi, rappresenta l’aristocrazia dei rossi italiani.

Deve il suo nome all’orientamento dei vigneti da cui arriva, che guardano il tramonto verso il lago di Garda. Fiero, complesso, maestoso ed esuberante.

Note di degustazione

Rosso rubino il calice.

Propone all’olfattiva un bel bouquet, ricco e complesso, composto da numerosi ricordi quali, frutti di bosco maturi, prugna cotta, ciliegia e fragola secche, tabacco, moka, noce moscata, liquirizia e chiodi di garofano.

Sostenuto il sorso, connotato da una buona trama tannica e di lunga persistenza.

Abbinamenti

Perfetto con le seconde portate saporite della cucina di terra, è da provare in abbinamento con il piccione ripieno.

Denominazione: Amarone della Valpolicella DOCG

Vitigni: corvina 70%, rondinella 25%, molinara 5%

Alcol: 15%

Formato: 0.75l

Temperatura di servizio: 16/18 °C

Abbinamenti: primi di terra , secondi di carne bianca , secondi di carne rossa, secondi di terra

Momento per degustarlo: cena tra amici

Amarone della Valpolicella Rinaldi Maior - Villa Rinaldi

Varietà: CORVINA VERONESE 70% • RONDINELLA VERONESE 25% • MOLINARA VERONESE 5%

Provenienza uve Valpolicella - Veneto

Affinamento 30 mesi in barriques provenienti dal massiccio centrale francese

Note di degustazione

Bouquet lussuoso e maestoso con prorompenti richiami di ciliegie, di amarene e di confettura di prugne.

Accattivanti note di spezie si susseguono al naso: pepe nero, cacao, tabacco e vaniglia.

Struttura vibrante e trama fruttata per questo seducente amarone.

Abbinamenti: ideale con carni rosse e selvaggina.

Ricercato compagno con formaggi stagionati.

Perfetto in meditazione.

Suggerimenti: aprire la bottiglia un’ora prima del servizio e versare in un ampio tulipano di cristallo a 18° C

Marzemino Superiore D'Isera - Cantina Mori

Prodotto con uve marzemino, vitigno autoctono la cui zona di coltivazione è limitata alla sottozona “Isera”, inserita nel disciplinare di produzione del Trentino Superiore Marzemino.

Di colore rosso rubino vivo e brillante, con un profumo che ricorda i frutti di bosco e la viola mammola.

Il sapore è secco, sapido e particolarmente equilibrato.

Ha ottenuto la Medaglia d'Argento al Concorso Internazionale Vini di Montagna.

Regione: Trentino Alto Adige

Formato: 0,75 LT

Gradazione: 13,00%

Temperatura Servizio: Il vino va servito alla temperatura di 18 gradi e stappato almeno un’ora prima.

Tempo Conservazione: Fino a 8 anni

Vinificazione: Dopo la pigiatura le uve vengono fatte macerare in piccoli recipienti per circa una settimana per estrarre dalle bucce colore e fragranza.

L’affinamento procede in contenitori d’acciaio per un lungo periodo e continua in bottiglia per almeno tre mesi.

Uvaggio: 100% Marzemino

Abbinamento: Salumi caldi, carni bianche e rosse e pietanze a base di funghi.

Chianti Classico Gran Seleizone, Colonia - Felsina

Il vigneto Colonia prende il nome da una colonia elioterapica, il vigneto è un progetto della Famiglia Poggiali e nasce dal duro lavoro di reimpianti iniziati nel 1966 dal nonno Domenico e il figlio Giuseppe fino agli anni ’70, progetto abbandonato a metà degli anni ’80 per eccesso di difficoltà nello scasso e ripreso dal nipote Giovanni nel 1991.

Le tre generazioni Poggiali uniscono le loro forze e finalmente riescono a mettere a dimora le barbatelle nel 1993.

Piantato il vigneto, l’anno successivo il nonno Domenico muore, lasciando un valore simbolico per tutti e un passaggio di consegna tra generazioni.

Iniziata la prima raccolta nel 1997, solo nel 2006 viene imbottigliata la prima annata, libera da qualunque classificazione per una casualità che la rende ancora più unica, Chianti Classico già dall’annata successiva.

La produzione è limitata a 3000 bottiglie, numerate, riservate a veri amanti del Sangiovese e con una dedica speciale da Giovanni al nonno Domenico.

Il vigneto presenta terreni di colore bruno rossastro di medio impasto, ricchi di magnesio e ferro su macigno di alberese e marna calcarea, diversi da qualunque altro a Fèlsina.

DATI TECNICI

Denominazione: Chianti Classico Gran Selezione Docg.

Vitigno: 100% Sangiovese.

Zona di produzione: Vigneto Colonia sulla sommità del Poggio a Rancia.

Ceppi per ettaro: 5435.

Forma di allevamento: Guyot semplice con un massimo di 5-8 gemme per ceppo.

Raccolta: Esclusivamente manuale.

Età del Vigneto: Anno di impianto 1993.

Numero bottiglie prodotte: 3000.

VINIFICAZIONE

Dopo la pigiatura e diraspatura delle uve selezionate, inizia la fermentazione tra i 28°C e i 30°C.

L’intero processo di macerazione in vasche di acciaio per 16-20 giorni con follature automatiche e rimontaggi giornalieri.

A Marzo-Aprile il vino nuovo è trasferito in barrique nuove di rovere francese e dopo oltre 30 mesi di maturazione ne segue l’assemblaggio e l’imbottigliamento. In vetro l’affinamento è garantito per almeno 8-12 mesi prima della commercializzazione.

NOTE SENSORIALI

Colore rosso rubino molto intenso.

Profumo complesso che spazia dalle note di terra allo speziato, dal minerale al tabacco, accompagnato da piacevoli sentori di frutti di bosco.

Al palato è di grande intensità e di notevole tannicità, necessità di un lungo affinamento per la grande concentrazione di tutte le principali componenti organolettiche della terra di Fèlsina e del Poggio a Rancia.

Fontalloro - Felsina

Vino mitico, prodotto per la prima volta nel 1983, il “Fontalloro” rappresenta la massima espressione del sangiovese di Castelnuovo Berardenga.

Lasciato maturare per quasi due anni in piccole botti di rovere e almeno un altro anno in bottiglia, il Toscana Sangiovese IGT “Fontalloro” di Fèlsina è vino di rara eleganza, lungo e disteso, capace di una longevità davvero fuori dal comune ma al tempo stesso già oggi capace di esprimersi con un equilibrio unico.

Note di degustazione

Rosso rubino intenso, al naso esprime note aromatiche di grande complessità che spaziano dal tabacco alla terra bagnata, dal ribes nero alla mora e alla liquirizia.

In bocca è sontuoso, fresco, caratterizzato da una trama tannica impeccabile per statura e finezza.

Consistente, elegante, pieno, chiude con un finale indimenticabile per lunghezza e gusto.

Abbinamenti

A tutto pasto, il “Fontalloro” si esalta con piatti di carne tipici del senese.

Da provare con un ricco spezzatino di manzo.

Montesodi Castello di Nipozzano - Frescobaldi

Denominazione: Toscana IGT

Descrizione: Nasce con la vendemmia del 1974 e da allora viene prodotto solo nelle migliori annate con uve Sangiovese coltivate nell’omonimo vigneto posto a 400 metri di altitudine, zona che da sempre viene considerata come la migliore della tenuta per la coltivazione di questo nobile vitigno.

Ne nasce un vino intenso con grandi aromi e aristocratica lunga persistenza.

NOTE TECNICHE

Varietà: Sangiovese

Grado Alcolico: 14,50%

Tempo di Macerazione: 30 giorni

Fermentazione Malolattica: Subito dopo quella alcolica

Contenitori di affinamento: Botti da 30 hl di rovere austriaco e francese

Tempo di affinamento: 18 mesi in botte e 6 in bottiglia

Note Organolettiche: rosso rubino intenso, con riflessi granati

Si presenta intenso, fresco, fragrante, minerale, con sentori di bergamotto, fiori di ciliegio, violetta, nespola.

Corrispondenza gusto-olfattiva.

Al palato persistente, minerale, con un tannino tostato maturo e setoso. Nota di amarena sotto spirito, sentori di corbezzolo e cedro candito, zucchero moscovado e sentori di polvere di caffè, note fruttate di drupacee a pasta bianca.

Abbinamento

Ottimo con carni rosse a cottura breve, si sposa magnificamente con la bistecca alla fiorentina.

Nambrot - Tenuta di Ghizzano

Il “Nambot” è il vino che più rappresenta tutto il percorso di ricerca compiuto dalla Tenuta di Ghizzano.

Nasce infatti nel 1966 da sole uve merlot e piano piano si evolve negli anni fino all’attuale blend a base anche di cabernet franc e petit verdot.

Quello che ne risulta è un vino capace di coniugare tutta la potenza e l’eleganza, il calore e il carattere che la Costa Toscana sa esprimere.

Il nome deriva dal fondatore della famiglia Venerosi, che visse nell’ottocento.

Note di degustazione

Rosso rubino scuro, al naso esprime note che, a discapito dell’assemblaggio, richiamano immediatamente la Costa Toscana: ciliegia e mora in confettura, mirto, china, caffè, tracce di sottobosco.

Una chiara matrice balsamica apre poi ad un assaggio di grande equilibrio ed eleganza, ben bilanciato tra una trama tannica di grande definizione ed un’ottima spalla fresco/acida.

Chiude con un finale sul frutto, lungo e persistente.

Abbinamenti

A tutto pasto, il “Nambrot” di Tenuta di Ghizzano ben si abbina ad un grande piatto di selvaggina al forno.

Ruchè di Castagnole Monferrato La Tradizione - Montalbera

Zona di produzione:

Castagnole Monferrato, Piemonte.

Vigneto:

sitema di allevamento Guyot basso con 8-9 gemme sul capo a frutto.

Vitigno:

Ruchè di Castagnole Monferrato 100% lavorato in purezza.

Vinificazione:

tradizionale in rosso, con permanenza di oltre 10-12 giorni delle vinacce a contatto con il mosto.

Affinamento:

maturazione in vasche di acciaio inox e successivamente in bottiglia posizionata in senso orizzontale per almeno 3 mesi. Longevità da 3 a 5 anni.

Colore:

Rosso sgargiante con riflessi violacei in gioventù, tendente al granato con l’affinamento.

Profumo:

intenso, persistente, aromatico, fruttato, con sentori tipici di petali di rosa e violetta nei primi anni, evoluzione su note speziate con il tempo.

Sapore:

caldo al palato, armonico, di corpo ed equilibrio con leggera componente tannica.

Alta Quota - Scilio

Qualifica Etna Rosso

Riconoscimento

Denominazione di Origine Controllata

Zona di produzione

Versante Nord dell’Etna, in territorio di Randazzo (CT).

Clima

Montano, caratterizzato da forti escursioni termiche tra giorno e notte.

Terreno

Vulcanico sabbioso.

Altitudine

900 m s.l.m

Vitigni

Nerello Mascalese 100%

Resa di produzione

20 q.li/Ha

Età media delle viti

90 anni, vigneto coltivato ad alberello con piede franco. Tecnica di vinificazione

Lunga macerazione e fermentazione termoregolata con lieviti autoctoni.

Invecchiamento

In barrique di rovere per 10-12 mesi.

Affinamento

In bottiglia per 24 mesi.

Colore

Rosso rubino con riflessi granati.

Odore

Complesso, intenso, note balsamiche e speziate.

Sapore

Secco, robusto, elegante ed armonico con una spiccata acidità che gli conferisce notevole freschezza.

Gradazione alcolica

14 % Vol.

Abbinamenti gastronomici

Carni rosse, arrosti, selvaggina e formaggi stagionati.

Temperatura di servizio

18 – 20 °C.

Orpheus - Scilio

Qualifica Etna Rosso – Vino Bio

Riconoscimento

Denominazione di Origine Controllata

Zona di produzione

Contrada Valle Galfina, versante Nord-Est dell’Etna, in territorio di Linguaglossa (CT)

Clima

Collinare, caratterizzato da forti escursioni termiche tra giorno e notte

Terreno

Vulcanico sciolto, ricchissimo di minerali

Altitudine

650 m s.l.m

Vitigni

Nerello mascalese 80% – Nerello Mantellato 20%

Resa di produzione

35 q.li/Ha

Età media delle viti

50 anni

Tecnica di vinificazione

Lunga macerazione e fermentazione termoregolata con lieviti autoctoni.

Invecchiamento

In botti di rovere da 50 hl per 12 mesi.

Affinamento

In bottiglia per 24 mesi.

Colore

Rosso rubino brillante.

Odore

Complesso, un bellissimo intreccio tra profumi fruttati e speziati con note di ciliegie sotto spirito.

Sapore

Al palato si presenta grasso, equilibrato e notevolmente lungo, caratterizzato da un buon tannino e sostenuto da un’ottima struttura.

Gradazione alcolica

14 % Vol.

Abbinamenti gastronomici

Carni rosse, arrosti, selvaggina e formaggi stagionati.

Temperatura di servizio

18 – 20 °C.

Conservazione Bottiglia coricata in ambiente a temperatura costante 16-18 °C (Vino destinato all’invecchiamento che si giova di una lunga permanenza in bottiglia).

Valle Galfina - Scilio

Qualifica Etna Rosso – Vino Bio

Riconoscimento

Denominazione di Origine Controllata

Zona di produzione

Contrada Valle Galfina, versante Nord-Est dell’Etna, in territorio di Linguaglossa (CT)

Clima

Collinare, caratterizzato da forti escursioni termiche tra giorno e notte

Terreno

Vulcanico sciolto, ricchissimo di minerali

Altitudine

650 m s.l.m

Vitigni

Nerello Mascalese 100%

Resa di produzione

60 q.li/Ha

Età media delle viti

20 anni Tecnica di vinificazione

Lunga macerazione e fermentazione termoregolata con lieviti autoctoni.

Invecchiamento

In botti di rovere da 50 hl per 12 mesi.

Colore

Rosso rubino brillante.

Odore

Fine, intenso, fruttato.

Sapore

Morbido, rotondo, equilibrato, persistente, piacevolmente tannico.

Gradazione alcolica

14 % Vol. Abbinamenti gastronomici

Carni rosse, arrosti, selvaggina e formaggi stagionati. Temperatura di servizio

18 – 20 °C.

Merlot - Musita

Denominazione:

Sicilia D.o.c.

Vitigno:

Merlot

Alcohol:

14.50 % by vol.

Vigneto:

Baglio Guarine

Tipo di terreno:

Argilloso - Limoso

Altitudine:

300 metri s.l.m

Sistema di allevamento:

Spalliera con potatura a guyot

Resa per ettaro:

7.000 Kg c.ca

Raccolta:

Esclusivamente a mano in piccole casse da 15 kg

Vinificazione e affinamento:

Le uve sono state delicatamente diraspate prima di una macerazione a freddo sulle bucce per 3 giorni. Dopo una fermentazione a temperatura controllata il vino matura in parte in botti di rovere francese per 6 mesi prima di una filtrazione molto delicata, al fine di preservare la qualità del vino, e dell’imbottigliamento.

Temperatura di servizio:

18° C.

Note organolettiche:

Di colore rosso vivace, è molto elegante e fruttato al naso; corposo con tannini morbidi e maturi al palato.

Abbinamenti:

Da degustare con carni arrosto.

Nero d'Avola - Musita

Denominazione:

Sicilia D.o.c.

Vitigno:

Nero d'Avola

Alcohol:

14.00 % by vol.

Vigneto:

Baglio Guarini e Fontana Bianca

Tipo di terreno:

Argilloso

Altitudine:

Da 300 a 400 metri s.l.m

Sistema di allevamento:

Spalliera con potatura a guyot

Resa per ettaro:

6.000 Kg c.ca

Raccolta:

Esclusivamente a mano in piccole casse da 15 kg

Vinificazione e affinamento:

La macerazione a freddo sulle bucce per 3 giorni permette la giusta estrazione dei tannini, dolci e delicati, e del colore. Dopo la fermentazione malolattica il vino affina in parte in botti di rovere francese per 8 mesi prima di una delicata filtrazione e dell’imbottigliamento.

Temperatura di servizio:

18° C.

Note organolettiche:

Di colore rosso brillante, con note di ciliegia e prugna al naso, è ben equilibrato con frutti a bacca rossa e un ben integrato carattere di quercia al palato.

Abbinamenti:

Da degustare con carne e pesce arrosto.

Parè Canavese Nebbiolo - Cantina Produttori Nebbiolo di Carema

DESIGNAZIONE Canavese Nebbiolo D.O.C.

UVE

Nebbiolo

COLLOCAZIONE VIGNETI

Collina

TIPOLOGIA

Rosso secco tranquillo, non aromatico, giovane, buona intensità odorosa, media struttura. Non è richiesto un periodo di invecchiamento predefinito.

Alcool 12 – 13%

Acidità totale 5 – 6%

PROFILO SENSORIALE

Rosso rubino di media intensità con riflessi aranciati. Chiari caratteri del Nebbiolo nord-ovest del Piemonte. Profumo delicato e intenso con sentori di frutti di bosco.

SERVIZIO 18 – 20° C

Da consumarsi a tutto pasto, anche nelle occasioni importanti.

CONSERVAZIONE

La bottiglia tenuta coricata, in buone condizioni di cantina, ha una buona conservabilità.

Barbaresco Basarin Riserva - Adriano

BASARIN: definizione di carattere geografico di una delle zone di Neive più vocate per la coltura del Nebbiolo.

VITIGNO: Nebbiolo.

ZONA DI PRODUZIONE: vigneto esposto a sud est ben assolato.

ALTITUDINE: metri 300 circa s.l.m..

PEDOCLIMA: marna tufacea grigia.

VIGNETI: età media 17 anni.

ALLEVAMENTO: controspalliera, sistema di potatura Guyot.

PRODUZIONE PER CEPPO: kg. 2.

CEPPI PER ETTARO: 4300.

VENDEMMIA: manuale; ottobre, uva proveniente da una parte selezionata del vigneto Basarin

VINIFICAZIONE: dopo un’accurata selezione di raccolta, l’uva viene pigiata e messa a fermentare in vasche di acciaio inox a una temperatura di circa 27°-28°C. Quando è terminata la fermentazione alcolica si effettua la svinatura cioè la separazione dalla vinaccia. Successivamente si effettuano dei travasi per ottenere il vino limpido

FERMENTAZIONE MALOLATTICA: sì

MATURAZIONE E INVECCHIAMENTO: dopo alcuni mesi in vasi vinari di acciaio inox, si affina in botti di rovere di Slavonia di media dimensione: da hl. 35

AFFINAMENTO IN BOTTIGLIA: oltre 12 mesi

COLORE: rosso granato intenso, che con il passare degli anni tende verso l'aranciato

OLFATTO: profumo di violetta e rosa canina con sentori di spezie, liquirizia e confettura

GUSTO: sapore asciutto, gradevolmente tannico e armonico, di gentile robustezza che rivela consistenza e straordinaria aristocrazia

ABBINAMENTO: si accompagna a piatti di carni rosse, selvaggina e formaggi stagionati.

TEMPERATURA CONSIGLIATA: 18°- 20° C. Stappare la bottiglia qualche ora prima di servire.

Terre di San Leonardo - Carlo Guerrieri Gonzaga

VITIGNO

Frutto di un attento assemblaggio da vitigni della Tenuta.

ETÀ DELLE VIGNE

Da 5 a 25 anni.

RESA PER ETTARO

Da 70-80 q.li/ha.

VENDEMMIA

La raccolta viene effettuata in condizioni di perfetta maturazione durante il mese di ottobre.

VINIFICAZIONE

Diraspatura e pigiatura soffice delle uve con basso tenore di anidride solforosa. Fermentazione e macerazione delle vinacce per un lungo periodo con ripetute folature giornaliere. Sfecciatura a freddo del mosto per decantazione naturale.

MATURAZIONE

L´80% viene invecchiato per 18 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia da 60 hl ed un 20% in barriques per almeno 6 mesi.

AFFINAMENTO

In bottiglia per 6 mesi almeno, prima della commercializzazione.

ESAME ORGANOLETTICO

Di colore rosso rubino brillante, ha profumo di buona ampiezza e discreta persistenza. I sentori sono vinosi in gioventù per poi trasformarsi con l’invecchiamento in prugna matura su fondo lievemente erbaceo. Il gusto è asciutto, morbido, equilibrato con fine bocca piacevolmente amarognolo. Buona la persistenza aromatica che esprime grande eleganza.

ABBINAMENTI

Classico da tavola, sia su primi piatti con salse rosse o scure, e paste ripiene, sia con secondi piatti a base di carni alla griglia, carni bianche e formaggi a pasta tenera.

TEMPERATURA DI SERVIZIO

8-12°C.

TENUTA ALL’INVECCHIAMENTO

5 anni e più.

ALCOOL

12,5%-13%.

FORMATI

I formati disponibili sono Magnum, 0,750 l.

Rosso di Montalcino - Fattoi

Il Rosso di Montalcino di Fattoi nasce da uve Sangiovese, lasciate affinare per alcuni mesi in botti di legno di rovere. Il bouquet ci offre note di piccoli frutti rossi e marasca, mentre al palato risulta asciutto e suadente, con una bella freschezza e un'ottima persistenza

Denominazione

Rosso di Montalcino DOC

Vitigni

Sangiovese 100%

Regione

Toscana (Italia)

Gradazione

13.0%

Formato

Bottiglia 75 cl

Vigneti

A 350 m. slm., su suoli ricchi di sabbia e argilla

Vinificazione

Macerazione di 15-20 giorni in acciaio inox

Affinamento

Breve passaggio in botti di rovere

Colore

Rosso rubino limpido e brillante

Profumo

Note di piccoli frutti rossi e marasca

Gusto

Asciutto, suadente, di grande freschezza e con una bella persistenza

Brunello di Montalcino - Fattoi

Il Brunello di Montalcino di Fattoi è un vino rosso di grande struttura e intensità, affinato per 3 anni in botti di rovere. Note eleganti di frutta rossa, rosa appassita e spezie emergono da una tessitura concentrata e corposa, ampia, energica e avvolgente

CARATTERISTICHE

Denominazione

Brunello di Montalcino DOCG

Vitigni

Sangiovese 100%

Regione

Toscana (Italia)

Gradazione

14.0%

Formato

Bottiglia 75 cl

Vigneti

Nella parte Sud di Montalcino, su suoli ricchi di sabbia e argilla, a 350 metri di altitudine

Vinificazione

Fermentazione in acciaio inox per 15-20 giorni

Affinamento

Almeno 36 mesi in botti di legno di rovere e tonneaux francese, poi almeno 10 mesi in bottiglia

Filosofia produttiva

Lieviti indigeni

Colore

Rosso rubino intenso, con riflessi granati

Profumo

Note di piccoli frutti rossi, rosa appassita e finale di spezie

Gusto

Elegante, intenso, ampio ed etereo, di lunga persistenza, con tannini avvolgenti

Corvina Garda - Cantina di Custoza

Uvaggio

Corvina 100%

Affinamento

40% in barrique e 60% in acciaio

Colore Rosso rubino caratteristica vino

Profumo Delicato, fresco e gradevole

Sapore

Pieno, morbido e armonico

Alcool

14%

Temperatura di degustazione

16-18°C

Bardolino - Cantina di Custoza

Uvaggio: Corvina, Molinara, Rondinella caratteristica vino Affinamento

Affinamento: 5 mesi in acciaio caratteristica vino

Colore: Colore Rosso rubino leggero caratteristica vino

Profumo: Fragrante, fresco caratteristica vino

Sapore Equilibrato, morbido con piacevole punta di dolce di buona struttura caratteristica vino V Alcool 12,5% caratteristica vino

Temperatura di degustazione 14-16°C

Amarone della Valpolicella Selezione - Tenuta Sant'Antonio

ZONA DI PRODUZIONE Comune di Mezzane di Sotto - Località Monti Garbi (Verona).

TIPOLOGIA DI TERRENO Sabbioso, limoso con molto scheletro calcareo bianco.

ALTEZZA VIGNETI 300 m s.l.m.

UVE Corvina 70% - Rondinella 20% - Croatina 5% - Oseleta 5%

ETÀ DELLE VIGNE 20-25 anni.

SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot e Pergola.

DENSITÀ IMPIANTO 4.000 - 8.000 viti ha.

RESA 90 q ha.

VINIFICAZIONE In acciaio a temperatura controllata.Vendemmia: doppia cernita a mano in plateaux. Pressatura: soffice con pneumopressa in dicembre. Appassimento: 3 mesi. Fermentazione: a temperatura controllata con lieviti selezionati per 25 giorni in acciaio. Malolattica: naturale in botti da 500 litri. Batonnage: una volta a settimana per il primo anno.

AFFINAMENTO 2 anni in tonneaux nuovi da 500 litri di rovere francese

QUANTITÀ PRODOTTA 80.000 bottiglie.

ESAME ORGANOLETTICO Colore: rosso rubino dai riflessi porpora. Profumo: frutta rossa matura, aromi speziati di liquirizia, pepe nero e note di cioccolato. Sapore: ben equilibrato, dai tannini rotondi morbido, caldo, sapido, elegante, fine e fresco.

ALCOOL 15% Vol.

ACIDITÀ 6,51 g/l.

ZUCCHERI RESIDUI 8,5 g/l.

ABBINAMENTO Primi piatti sapidi, conditi con tartufo, lepre e selvaggina - carni rosse, alla griglia, arrosto o bollite –formaggi stagionati.

TEMPERATURA DI SERVIZIO 16 °C - 17 °C.

POTENZIALE DI INVECCHIAMENTO 15 anni.

Valpolicella Rispasso Superiore - Tenuta Sant'Antonio

ZONA DI PRODUZIONE Comune di Mezzane - Località Monti Garbi (Verona).

TIPOLOGIA DI TERRENO Sabbioso, limoso con molto scheletro calcareo bianco.

ALTEZZA VIGNETI 300 m s.l.m.

UVE Corvina e Corvinone 70% - Rondinella 20% - Croatina e Oseleta 10%.

ETÀ DELLE VIGNE 20 anni.

SISTEMA DI ALLEVAMENTO Guyot

DENSITÀ IMPIANTO 8.000 viti ha.

RESA 100 q.li ha.

VINIFICAZIONE A temperatura controllata 8 giorni. Vendemmia: a mano in casse. Pressatura: soffice, con pneumopressa.

Fermentazione: alcolica a temperatura con lieviti selezionati biologici, usati per le uve dell’Amarone.

Ripasso: rifermentazione del Valpolicella giovane vinificato in ottobre sulle vinacce dell’Amarone.

Malolattica: naturale in tonneaux da 500 litri. Batonnage: una volta al mese fino ad ottobre dell’anno

successivo alla vendemmia. Stabilizzazione: naturale a freddo per 10 giorni a -2 gradi.

AFFINAMENTO 12 mesi in tonneaux da 500 litri, dei quali il 30% nuovi, il 70% di secondo passaggio.

QUANTITÀ PRODOTTA 200.000 bottiglie.

ESAME ORGANOLETTICO Colore: rosso rubino. Profumo: frutta rossa e ciliegia. Sapore: abboccato, morbido, avvolgente, fresco, sapido e abbastanza tannico con retrogusto speziato.

ALCOOL 14% Vol.

ACIDITÀ 5,6 g/l.

ZUCCHERI RESIDUI 6 g/l.

ABBINAMENTO Primi piatti di pasta con ragù di carne e sughi all’italiana, carni bianche alla griglia, arrosto o in umido, formaggi a pasta dura di media stagionatura.

TEMPERATURA DI SERVIZIO 14 °C - 16 °C.

POTENZIALE DI INVECCHIAMENTO 10 anni.

L'Aspetto - Fattoria Fibbiano

DENOMINAZIONE: Indicazione Geografica Tipica

ZONA DI ORIGINE: Toscana-Pisa

TERRENO: Tendenzialmente argilloso con buona presenza di scheletro

VITIGNI: 50% Sangiovese, 50% Canaiolo

RESA PER ETTARO: 50 Q.li

SESTO D’IMPIANTO: 2,2 x 0,8 mt

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Cordone speronato

EPOCA DI VENDEMMIA: Settembre

VINIFICAZIONE: Le uve raccolte a mano vengono in seguito diraspate e pigiate sofficemente prima di essere inviate in speciali roto-fermentatori verticali. Nelle cisterne, il mosto viene rimescolato tramite pale in modo da ottenere la massima estrazione oltre alla separazione dei noccioli responsabili dei tannini aggressivi. Il mosto viene fermentato esclusivamente tramite lieviti naturali presenti sulla buccia dell’uva, controllando temperatura e livello di ossigeno all’interno della vasca.

AFFINAMENTO: Il vino sosta per 12 mesi in tonneau dove avviene la fermentazione malolattica, a seguire altri 6 mesi in cisterne di cemento e per finire, un affinamento in bottiglia di 6 mesi prima di uscire sul mercato.

BOTTIGLIE PRODOTTE: 12.000

DESCRIZIONE ORGANOLETTICA: Vino dal colore rosso rubino intenso con riflessi granati, all’olfatto presenta note complesse di frutta matura, spezie e erbe aromatiche; il gusto è pieno, con ottima struttura, persistente ed elegante consistenza tannica.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 18°C

ABBINAMENTI CONSIGLIATI: Carni rosse, formaggi mediamente stagionati, salumi in genere e selvaggina.

Plato - Tenuta Fertuna

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Rosso rubino con riflessi porpora. Rilascia sentori di frutta a polpa rossa fresca, e ha un bouquet che ricorda la viola mammola e la vaniglia. Si percepiscono leggere sfumature tostate. È corposo, leggermente tannico, con una buona intensità e persistenza.

ABBINAMENTI

È un vino da tutto pasto, ideale per accompagnare carni rosse e pollame. Buono con le scaloppine ai funghi.

CANTINA

Siamo nel cuore della Maremma Toscana, tra le verdi colline e gli orizzonti che spaziano verso il mar Tirreno. Qui sorge un anfiteatro fatto di vigneti, disegnati dalla mano dell’uomo con il massimo rispetto per l’ambiente e per la natura. È questa Tenuta Fertuna, in provincia di Grosseto. L’azienda, fondata nel 1997, conta ben 145 ettari, di cui cinquanta destinati alla coltivazione della vite. Diverse generazioni di vitivinicoltori e tante esperienze hanno dato origine a questo progetto, volto alla produzione di vini secondo le linee guida tradizionali. In cantina, i moderni accessori sono uniti alla consueta semplicità costruttiva. Nella culla della civiltà etrusca, nulla è lasciato al caso e tutto è perfettamente armonizzato con la natura circostante.

Chianti Terre di Casanova - Podere La Chiesa

Colore: Rosso rubino brillante

Profumo: Fruttato con sentori di violetta e ciliegia

Gusto: Tannico con grande personalità

Abbinamento: Carni rosse ma si fa apprezzare a tutto pasto

Temperatura di servizio: 18°

Prima annata: 2007

Numero di bottiglie prodotte: 6.000

Vitigni: 100% Sangiovese

Sistema di allevamento: Cordone speronato

Densità di allevamento: 4.500 piante per ettaro

Vendemmia: Manuale in cassette

Fermentazione: In acciaio inox a temperatura controllata <28° su lieviti, 12/15 giorni sulle vinacce

Affinamento: 4 mesi in acciaio inox - 2 mesi in bottiglia

Le Redole di Casanova - Podere La Chiesa

Colore:Rosso rubino brillante

Profumo: Elegante con sentori di violetta

Gusto:Morbido e piacevole

Abbinamento: Si fa apprezzare a tutto pasto

Temperatura di servizio: 18°

Prima annata: 2005

Numero di bottiglie prodotte: 12.000 circa

Vitigni:80% Sangiovese, 20% Canaiolo

Sistema di allevamento: Cordone speronato

Densità di allevamento: 4.500 piante per ettaro

Vendemmia: Manuale in cassette

Fermentazione: In acciaio inox a temperatura controllata <28° su lieviti naturali, 15 giorni sulle vinacce

Affinamento: 8 mesi in acciaio inox - 4 mesi in bottiglia

Sabiniano di Casanova - Podere La Chiesa

Colore: Rosso rubino intenso e brillante

Profumo: Equilibrato con piacevole presenza di frutti di bosco

Gusto:Pieno, elegante e persistente

Abbinamento: Si esalta con carni rosse alla griglia

Temperatura di servizio: 18°

Prima annata: 2000

Numero di bottiglie prodotte: 5.000 circa

Vitigni: 60% Sangiovese, 25% Cabernet Sauvignon, 15% Merlot

Sistema di allevamento: Cordone speronato

Densità di allevamento: 4.500 piante per ettaro

Vendemmia: Manuale in cassette

Fermentazione: In acciaio inox a temperatura controllata <28° su lieviti, 12/15 giorni sulle vinacce

Affinamento: 12 mesi in tonneau francesi 18 mesi in bottiglia

Caiarossa - Caiarossa

Caratteristiche: Macerazione prefermentativa di 2 – 4 giorni. Macerazione sulle bucce totale: 20 – 30 giorni a seconda di varietà e terroir.

La fermentazione alcolica di ogni varietà,avviene separatamente in vasche che variano da 10 a 80 hl, senza l’aggiunta di lieviti selezionati. Rimontaggi e rottura manuale del cappello due volte al giorno per circa 9 – 12 giorni, successivamente un rimontaggio al giorno fino a fine macerazione. La fermentazione malolattica si svolge in vasche di cemento o barriques.

Uve: Merlot (28%), Cabernet Franc (26%), Cabernet Sauvignon (16%), Syrah (13%), Sangiovese (10%). Presenti anche Petit Verdot (6%) e Alicante (1%). Vendemmia: manuale in cassetta

Gradi alcolici: 14.00 %

Lieviti: non selezionati

Affinamento: in barriques e tonneaux francese nuove e di secondo o terzo passagio per una media di 18 mesi

Ombra Blu Sovana - Sassotondo

Uve: 55% Sangiovese, 23% merlot, 15% teroldego, ciliegiolo 7%

Alc. 14

Dai nostri vigneti di Sovana allevati a cordone speronato (sangiovese) ad alberello (merlot), a guyot (teroldego e ciliegiolo) con una densità avriabile tra le 4.500 e le 6000 piante per ettaro.

Le uve vengono raccolte e selezionate a mano e vinificate separatamente.

La fermentazione avviene senza l'aggiunta di lieviti e dura, compresa la macerazione, tra i 25 e i 30 giorni.

I vini maturano per 12 mesi parte in barriques e parte in acciaio. Successivamente assemblato ed imbottigliato, il vino è posto in commercio dopo un minimo di 6 mesi di affinamento in bottiglia.

Color rubino, molto consistente. Al naso è ampio: confettura di piccoli frutti rossi, legno di cedro e pepe nero concorrono a formarne il bouquet. In bocca è molto caldo e concentrato, morbido, con tannini dolci e rotondi; molto lungo, ma non pesante .

Ciliegiolo Maremma Toscana - Sassotondo

Uve: Ciliegiolo 100%

Alc. 14,5%

Cilegiolo dei nostri vigneti di Sovana e di Pitigliano. I vigneti più vecchi, a Pitigliano, sono stati piantati negli anni sessanta mentre a Sovana il nostro ciliegiolo viene da vigneti che derivano da una selezione massale delle vigne più vecchie e sono stati piantati tra il 1995 e il 2003.

Sono tutti allevati a Guyot con una densità che varia tra le 3.000 e le 4.500 piante per ettaro.

Le uve sono raccolte e selezionate manualmente. La fermentazione avviene senza l'aggiunta di lieviti e dura, compresa la macerazione, tra i 15 e i 20 giorni. Matura per alcuni mesi acciaio.

Colore rosso rubino netto, di bella vivacità; all'olfatto è intenso e persistente con note di mora di gelso e ciliegia, prugna ed un tocco speziato di pepe bianco.

Al gusto è secco, caldo tendente al morbido grazie ai tannini non invadenti e ad una struttura sostenuta e avvolgente.

Chianti Classico Riserva Serentina

ALTITUDINE VIGNETI: 550 METRI

ESTENSIONE VIGNETO: 4.00 HA

DENSITA’ VITI: 4500 PIANTE X HA

FORMA DI ALLEVAMENTO: GUYOT

VITIGNI: 95% SANGIOVESE

5% MALVASIA NERA

QUANTITA’ DI UVA X PIANTA: 1/1.2 KG

EPOCA DI RACCOLTA: 1-2 SETTIMANA DI OTTOBRE

MODALITA’ DI RACCOLTA: MANUALE

VINIFICAZIONE: IN VASCHE DI ACCIAIO E TRONCO CONICI DI LEGNO

FERMENTAZIONE: PER CIRCA 25 GIORNI

TEMPERATURA DI FERMENTAZIONE: 26/28°

INVECCHIAMENTO:IN BOTTI DI ROVERE DI SLAVONIA DA 7.5 HL

TEMPI DI INVECCHIAMENTO: 36 MESI

AFFINAMENTO: IN BOTTIGLIA PER 6 MESI

ABBINAMENTI CIBO: CIBI DA LUNGA COTTURA

Chianti Classico Vaggiolata - Az. Agricola Monterotondo

AZIENDA AGRICOLA MONTEROTONDO

CHIANTI CLASSICO VAGGIOLATA 2012

ALTITUDINE VIGNETI: 550 METRI

ESTENSIONE VIGNETI: 4.00 HA

DENSITA’ VITI: 4.500 PIANTE X HA

FORMA DI ALLEVAMENTO: GUYOT

VITIGNI: 85% SANGIOVESE - 10% CANAIOLO - 5% MALVASIA NERA

QUANTITA’ UVA X PIANTA: CIRCA 1/1.2 KG

EPOCA DI RACCOLTA: META’ OTTOBRE

MODALITA’ DI RACCOLTA: MANUALE

VINIFICAZIONI: VASCHE DI ACCIAIO E TRONCO CONICO DI LEGNO

FERMENTAZIONE: PER CIRCA 20 GG

TEMPERATURA DI FERMENTAZIONE: 26/28

INVECCHIAMENTO: IN BOTTI DI ROVERE DI SLAVONIA DA 10 HL

TEMPI DI INVECCHIAMENTO: 24 MESI

AFFINAMENTO: IN BOTTIGLIA PER CIRCA 6 MESI

ABBINAMENTO: ARROSTI E CACCIAGIONI

Levanto di Redola - Az. Agricola Calafata

Ottenuto da un blend di Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah che provengono da vigne di 20 anni allevate con il metodo dell'agricoltura biodinamica, situate su un piccolo terreno di origine argilloso con prevalenza di marna calcarea. Dopo la deraspapigiatura delle uve, la fermentazione avviene spontaneamente con follature e rimontaggi giornalieri per 2 settimane in mastelli da 10 hl. Prosegue l’ affinamento in contenitori di acciaio, cemento e una piccola parte in vecchie barrique usate. Il Redola Rosso presenta color rosso rubino carico, con profumi fruttati e speziati. In bocca è di profondità e struttura, con tannini fini e lungo finale.

Servizio

Degustiamo il Levanto di Redola Rosso ad una temperatura di 16/18° in calici tulipano. Vino quotidiano ma se lasciato qualche anno in cantina può regalare grandi emozioni.

Abbinamenti

Vino da tutto pasto che ben si adatta ad arrosti misti, cacciagione, formaggi stagionati, da provare con un brasato di manzo.

Cantina: Calafata

Giovane cooperativa situata sulle colline Lucchesi, prende il nome dai mastri calafati che con l’uso sapiente della corda e della pece rendevano impermeabili al mare e sicure alle tempeste le imbarcazioni. Calafata è un idea di persone capace di unire la qualità dei prodotti e il rigore richiesto dalla terra. Nata nel 2011 dall’incontro di Mauro Montanaro, Marco Bechini, Maik Tintori e Lorenzo Citti, si è via via arricchita unendo altri lavoratori provenienti da settori diversi: dal turismo, alla comunicazione, ai circuiti di economia alternativa, dove ognuno contribuisce con il proprio tempo e la propria competenza all’idea di cooperativa per renderla più efficace, plurale e più bella in ogni suo dettaglio.

I vitigni allevati sono il Vermentino, la Malvasia, il Trebbiano e il Moscato per i bianchi e il Ciliegiolo, l’ Aleatico, il Sangiovese, il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Syrah per i rossi. Oltre al vino si produce olio, miele, ortaggi.

Giusto alle Balze - Marcampo

Vitigno Merlot

Grado alcolico % 15%

Temperatura di servizio 18° - 20°

Vendemmia A mano, in piccole casse con selezione delle uve in vigna, allevata a cordone speronato e collocata a 247m slm, esposta a nord-sud su di un terreno di argille plioceniche con frazione argillosa al 40%, ph alcalino ricco di sali e di minerali

Macerazione Per circa 25 giorni in acciaio inox a temperatura controllata Fermentazione Svolta naturalmente in barrique

Affinamento 12 mesi, in parte barrique ed in parte in acciaio; successivamente 5-6 mesi in acciaio assemblati

Bottiglia Bordolese a spalla alta

Bicchiere Gran ballon

Colore Varietale netto dal bel colore violaceo profondo

Olfatto Naso profondo che spazia fra il floreale, viola intensa, e gli spunti ferrosi. Ciliegia, bacche, prugne, con prevalenza di note speziate con sentori di liquirizia, grafite e pepe.

Palato Grande potenza e grande equilibrio, compatto, frutto carnoso a bacca grande e piccola, fresco, salino con tannini importanti, persistente, il vino arriva al finale con bella energia.

Caratteristiche E' un degno vino di punta: di giusta potenza senza essere ingombrante

Abbinamenti Molto versatile, si accompagna con ogni tipo di carne, soprattutto rossa ed anche con piatti a base di funghi, specie se porcini. Sicuramente è vino da piatti importanti.

Colombaia - Podere La Madia

Sangiovese Vino Rosso Toscano I.G.T.

Vendemmia 2015 Gradi alcol 13,5% Bottiglie prodotte n. 1.000 Vendemmia nella 1° decade di ottobre Resa per ettaro inferiore 30 q.li di uva. Sistema di allevamento a spalliera con potatura a Guyot. Le uve provengono da un vigneto, impiantato nel 1966, su leggeri terrazzamenti con esposizione a sud. Dopo una intensa attività volta al recupero del vigneto, che era in stato di abbandono, siamo riusciti ad ottenere la prima vendemmia con l’annata 2015.

La caratteristica che rende unico questo vino è che è principalmente prodotto da un vecchio clone di Sangiovese detto Sanvicetro o Sangiovese Pianurino che è stato successivamente abbandonato a causa di un ciclo fenologico lunghissimo, germoglia precocemente e matura tardivamente nella prima decade di ottobre. In bibliografia sono disponibili pochi elementi per ricostruire la storia di questo vitigno; De Astis (1933) descrive un Sangioveto piccolo del Valdarno che presenta caratteristiche assimilabili al Sanvicetro. A livello antocianico presenta un elevato contenuto di antociani acilati (45%), pressoché assenti (1-2%) nel Sangiovese, caratteristica che conferisce al vino un colore più carico oltre a una maggiore attitudine all’invecchiamento. Sono inoltre presenti altre piante di Sangiovese e in minima parte vi è anche un apporto da altri vecchi vitigni attualmente sconosciuti. La raccolta dell’uva avviene manualmente e viene trasportata integra nella nostra cantina in piccole cassette al fine di evitare rotture e schiacciamento degli acini. La vinificazione si è svolta in tini di acciaio inox senza aggiunta di lieviti e con macerazione delle bucce di circa 15 giorni. Malolattica e maturazione di 12 mesi in barriques di rovere francese da 225 litri con batonnage. Successivamente effettua alcuni passaggi in tino di acciaio inox per assemblaggio delle masse e per ottenere una chiarifica statica naturale prima dell’imbottigliamento. La tappatura delle bottiglie avviene sotto vuoto e con sugheri monopezzo di alta qualità. Tutto il ciclo produttivo si svolge con i dettami della agricoltura biologica. La concimazione del vigneto, quando ritenuta necessaria, avviene con il sovescio di leguminose e compost prodotto con i residui della potatura. Viene imbottigliato senza subire filtrazioni e può verificarsi la formazione di un leggero deposito di origine naturale. La commercializzazione inizia dopo 6 mesi in vetro.

Per la degustazione si consiglia una temperatura di 18° dopo una breve ossigenazione nel bicchiere. Questo vino rappresenta al meglio il nostro metodo di recupero di vecchi vigneti e valorizzazione di vitigni rari o sconosciuti consentendoci la realizzazione di un vino di eccellente livello qualitativo anche se a fronte di basse rese per ettaro. A causa della limitata produzione è un prodotto destinato ad un consumatore curioso, appassionato ed evoluto che sappia apprezzare e valorizzare le caratteristiche uniche di questo vino. Per questo abbiamo deciso di utilizzare una bottiglia di prestigio e una nuova linea di etichette a sfondo nero volte a valorizzare i vini simbolo e più prestigiosi della nostra azienda. Per la prima annata prodotta ogni singola bottiglia è stata singolarmente numerata.

Bagnolo - Podere La Madia

Sangiovese – Val d’Arno di Sopra D.O.C. vendemmia 2014 Gradi alcol 13% Bottiglie prodotte n. 3.600 Vendemmia nella 1° decade di ottobre

Vino con certificazione Vegan OK

Resa per ettaro 70 q.li di uva. Sistema di allevamento a spalliera con potatura a Guyot. Le uve provengono da un vigneto, già presente nel 1965, su terrazzamenti, a 400 m/slm e con inerbimento permanente. Il vigneto viene mantenuto in vita e produttivo grazie ad una continua opera, annuale, di rimpiazzi delle viti oramai non più produttive. Prodotto con oltre il 98% di uva Sangiovese e per il rimanente con vecchi vitigni a bacca rossa autoctoni del territorio(Canaiolo e Colorino del Val d’Arno).

La raccolta dell’uva avviene manualmente e viene trasportata integra nella nostra cantina in piccole cassette al fine di evitare rotture e schiacciamento degli acini. La vinificazione avviene in tini di acciaio inox senza aggiunta di lieviti e con macerazione delle bucce di circa 15 giorni. Maturazione di minimo 12/14 mesi in rovere francese 225/500 litri. Successivamente effettua alcuni passaggi in tini di acciaio inox per ottenere una chiarifica naturale prima dell’imbottigliamento. La tappatura delle bottiglie avviene sotto vuoto e con sugheri monopezzo di alta qualità. Tutto il ciclo produttivo si svolge con i dettami della agricoltura biologica e senza alcun uso di prodotti di origine animale. La concimazione del vigneto, quando ritenuta necessaria, avviene con il sovescio di leguminose e compost prodotto con i residui della potatura. Viene imbottigliato senza subire filtrazioni e può verificarsi la formazione di un leggero deposito di origine naturale.

Per la degustazione si consiglia una temperatura di 18/20° dopo una breve ossigenazione nel bicchiere.

Vicerè - Agricola Gimonda

.G.T Rosso Toscano, Sangiovese 90% Colorino 10% Affinato in barriques per 12 mesi e 6 mesi in bottiglia

Fermentazione per tre settimane circa a temperatura controllata con rimontaggi follature manuali giornalieri. Solo vino fiore, prima spremitura. Maturazione in barriques, dal primo al terzo passaggio, per un anno circa. Affinamento in bottiglia per un ulteriore anno circa prima della commercializzazione.

Chianti Buscheto - Agricola Gimonda

Chianti D.O.C.G, Sangiovese 85% Canaiolo 10% Colorino 5%

E’ un vino luminoso intenso che si esprime con grande precisione territoriale, minerale, gusto-olfattiva che non ti lascia indifferente mai. Il frutto è croccante, integro, vivo, anche nelle annate più vecchie, minerale/varietale dalle note piacevolmente sfumate speziate e ammandorlate fini come il tannino rinfrescante e asciugante nel finale di bocca; morbido l’ingresso, si distende fresco e saporito, equilibrato, fine, lungo, con un retrogusto lievissimo di tabacco bagnato. Versatilissimo a tavola.

 

Vini Bianchi Vini Rosati

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *